Page 5 - LIBRETTO INFORMATIVO
P. 5

Saluto del Presidente della Regione Veneto

                                          A conclusione delle celebrazioni del Cente-
                                          nario,  è  ancora doveroso e fondamentale
                                          commemorare i caduti della Grande Guer-
                                          ra. Sono uomini e giovani che sacrificarono
                                          la vita per gli ideali di pace e di democra-
                                          zia. Dobbiamo essere loro grati e apprezza-
                                          re  le  azioni  compiute  per  difendere  il  no-
                                          stro Paese. Ciò significa non tacere sul pas-
                                          sato, ma rendere omaggio alle loro gesta
                                          attraverso le nitide  e profonde considera-
                                          zioni che emergono  nelle  lettere ai  fami-
                                          gliari o nei loro diari.
       Vittorio Veneto, “la città della Vittoria”, uno dei luoghi più rappresentativi e signifi-
       cativi della Grande Guerra, è stata scelta per accogliere il 5° Raduno Nazionale di
       Assoarma. Tra lo sfilare dei labari, delle bandiere, dei medaglieri delle diverse Asso-
       ciazioni d’Arma facenti parte del Consiglio Permanente, i radunisti sono qui per ri-
       cordare ciò che i nostri nonni hanno fatto per i nostri territori. Esempi di coraggio,
       baluardi di quella libertà di cui oggi tutti noi possiamo godere, hanno contribuito a
       scrivere la nostra storia recente, come Brandolino Brandolini d’Adda e molti altri
       combattenti.
       Non c’è località in Veneto che non li ricordi, con un monumento o un cippo dedicato
       ai caduti. Questi sono i simboli di quegli eventi drammatici, un monito per le future
       generazioni contro la violenza della guerra, in cui non ci sono né vincitori né vinti,
       ma genera solo molta sofferenza, lutti, dolore anche nella popolazione civile.
       L’incontro che si tiene a Vittorio Veneto vivifica l’attenzione e pone l’accento sulla
       necessità di mantenere viva la memoria sui tragici episodi della Grande Guerra - di
       cui queste zone sono state teatro - affinché non si ripeta più ciò che è già accaduto.
       Ringrazio, pertanto, le delegazioni e i gruppi delle Associazione Combattentistiche e
       d’Arma che con la loro presenza testimoniano un impegno quotidiano nell’opera di
       sensibilizzazione della società civile su questi temi importanti, ricordandoci che sono
       i custodi delle tradizioni e dei valori delle Istituzioni militari e continuano a indossa-
       re con onore l’uniforme, salvaguardando la nostra libertà anche al di fuori dei confi-
       ni nazionali.
       Plaudo, inoltre, al lavoro svolto da Assoarma con le scuole locali - in particolare con
       il Liceo Artistico Statale “Bruno Munari” per la realizzazione del logo della manife-
       stazione – invitando gli studenti ad approfondire la conoscenza del passato e a medi-
       tare sul messaggio di pace che anela proprio da questa rilevante ricorrenza.
       Nel farvi giungere l’espressione della mia più alta stima e riconoscenza, rivolgo un
       caloroso benvenuto a voi tutti e un cordiale saluto della Regione del Veneto e mio
       personale.
                                            Dott. Luca Zaia
                                   Presidente della Regione del Veneto


                             5RadunoAssoarma2018—Pag. 2
   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10